Masciarelli

Dai 2,5 ettari iniziali, oggi l’azienda Masciarelli conta circa 320 ettari coltivati a vigneto, disseminati in 14 comuni nelle province di Chieti, Teramo, Pescara e L’Aquila. Si tratta di terreni dalle caratteristiche specifiche, ricchi di minerali, posti a varie altitudini (da 200 a 500 m.), dal mare alla montagna, coltivati sia seguendo il tradizionale allevamento a ‘pergola abruzzese’ che il filare a guyot; terreni esposti alle diverse condizioni climatiche e dalle diverse tipologie (calcarea, argillosa, sabbiosa, roccia strati, ciottolosa) che producono pertanto specifiche e differenti espressioni dei vitigni in essi coltivati, esaltandone le peculiarità.

Sin dall’inizio Masciarelli ha scommesso sulle potenzialità di quei vitigni che parlavano la lingua della sua gente: il Montepulciano, il Trebbiano. Nella filosofia produttiva di Masciarelli grande importanza è riconosciuta al territorio e alla sua cultura e tradizione enologica. Primaria passione di Gianni è l’Abruzzo, terra straordinaria, dai profumi, colori e sapori intensi che si ritrovano in tutti i suoi prodotti tipici (dalla pasta al vino, dall’olio extravergine di oliva ai formaggi, dalle carni allo zafferano, dai tartufi ai dolci alla ventricina, ai confetti). Terra di artisti e poeti (D’Annunzio, Tosti, Michetti, Cascella, Flaiano, Palizzi), in cui il moderno polo industriale convive con l’artigianato e le più antiche tradizioni, ancora intatte.

 

Vini trattati:

Trebbiano DOC

Trebbiano C. di Semivicoli DOC

 

 

Comments are closed.